Crif e Sicurnet

Crif gestisce un sistema di informazioni di tutte le  persone che hanno richiesto un prestito.
Questa banca dati, non è una lista di cattivi pagatori, ma al suo interno, si trovano i dati di tutti i finanziamenti  erogati dalle imprese di credito e dalle banche.
I SIC, non sono altro che liste di informazioni creditizie, che possono  risultare vantaggiose per chi richiede un finanziamento, come una sorta di referenza.
CRIF, per avvantaggiare i consumatori  ha creato, grazie a  Mister Credit, alcuni servizi personalizzati, come Sicurnet.
Sicurnet serve a proteggere la propria  identità digitale ed i  dati finanziari che sono transitati sul web.
Grazie a questo servizio, potrai scegliere il livello di sicurezza, durante il tuo utilizzo di dati, nella tua area riservata all’interno di Mister Credit.
Potrai inoltre, con il suo aiuto, prevenire il furto d’identità e di perdite finanziarie.
I frodatori  utilizzano i dati identificativi di altre persone oppure creano falsi documenti. E’ bene tutelarsi, attraverso il servizio di invio Sms che, le società di credito offrono per monitorare in maniera costante, l’utilizzo della propria carta di credito.
Se, durante la navigazione nel web,  ti troverai in siti a rischio, dove potrebbero, attraverso l’utilizzo di software malevoli, aver carpito alcune informazioni riservate, interviene Sicurnet.
 

L’Eurisc , che gestisce le domande di credito all’interno del Crif, ha diffuso i dati realtivi alle domande di credito, relative al mese di febbraio 2011, e li ha confrontati con i dati dello scorso anno 2010.
I prestiti finalizzati sono in crescita del 3 % ed i prestiti personali registrano un aumento del 2 %.
Il primo dato certo, è che sono aumentate le richieste di prestiti di breve durata ( due e tre anni) e di prestiti personali , che abbiano durata maggiore di cinque anni.
La cifra richiesta si aggira tra i 5000 euro ed i ventimila euro e le età di coloro che hanno fatto richiesta di prestiti personali, va dai 35 anni ai 44 anni.
Nel primo trimestre del 2011 è in calo l’andamento della richiesta di Mutui, sempre dati che derivano dal Crif, - 2 % da parte delle famiglie italiane. Si attende, con il rialzo del tasso BCE, di verificare l’andamento per le rinegoziazioni e surroghe dei mutui.
La durata dei Mutui va da 25 anni a 30 anni,  e la cifra richiesta, sempre nel primo trimestre dell’anno, lo dichiarano i dati Crif, è tra 100.000 e 150.000 euro; nel mese di marzo 2011 è in crescita la cifra richiesta. L’età delle famiglie che richiedono un Mutui va dai 25 anni e 44 anni.